Come scegliere le porte e finestre in PVC

Quando si deve decidere quali sono i migliori infissi per la vostra casa,dovete prendere in considerazione che sul mercato esistono molti modelli e classi catalogati di questi prodotti.

A seconda dello spessore della parete esterna al profilo principale,per esempio,esse si dividono in tre classi:A,B,C.Per la classe A lo spessore minimo della parete deve essere più grande o uguale a 2.8 mm per la superficie visibile e più grande o uguale a 2.5 mm per la superficie non visibile.Per la classe B,lo spessore minimo della parete principale deve essere più grande o uguale a 2.5 mm per la superficie visibile e più grande o uguale a 2.0 mm per la superficie non visibile.Questa classificazione dei profili dallo spessore della parete ha il scopo di illustrare le variazioni importanti del profilo della finestra,per diverse applicazioni usuali in Europa.

Lo standard presenta anche i requisiti di qualità come:l’aspetto,le dimensioni e le tolleranze,la massa,la contrattilità,la resistenza ai shock meccanici,il comportamento dopo il riscaldamento a 150°,la resistenza all’invecchiamento e il test di saldabilità.

Per un corto confronto,dobbiamo sapere che la differenza di prezzo tra un profilo di classe A e uno di classe B è del 10-12%,ma la durata di vita della classe A è più alto del 20%.

Manutenzione porte e finestre di PVC

Le finestre e le porte di PVC,come qualsiasi altri elementi di costruzione sono sottoposti all’usura,alla polvere e alla sporcizia.

Per un funzionamento ottimo,si consiglia di pulire gli infissi.

La manutenzione degli infissi PVC è molto facile da realizzare,la loro pulizia si può fare con detergenti normali

ATTENZIONE! Non si consiglia l’uso per la pulizia dei prodotti degli oggetti o dei materiali solidi,che potrebbero deteriorare gli infissi

Si consiglia anche di fare la manutenzione degli infissi almeno una volta l’anno,stringere le viti e ingrassare tutti i pezzi mobili.

Ventilazione domestica

  • 1

  • 2

  • 3

Ventilazione domestica

Lo scopo della ventilazione domestica

La riduzione dell’umidità nell’aria non sarà per molto tempo l’umica richiesta imposta da una ventilazione moderna degli edifici.Un cambio di aria continuo e sufficiente è estremamente importante per i proprietari dell’edificio.Per questa cosa ci sono delle regole da rispettare:

  • Regolazione dell’umidità nell’aria dell’edificio
  • Sostituzione dell’aria da respirare
  • Eliminazione degli odori e delle sostanze nocive
  • Regolazione della tempertatura
  • Adduzione dell’aria per le installazioni dipendenti dell’aria dell’edificio

1:

Il più efficiente cambio di aria dell’edificio è la ventlazione completa.La finestra deve essere aperta completamente e il cambio d’aria avviene dai 4 ai 10 minuti.In questo caso la perdita di energie è minima.Grazie al fatto che il cambio d’aria avviene rapidamente e non c’è il raffreddamento dell’edificio

2:

Nel caso della ventilazione trasversale il cambio d’aria è ancora più veloce.In un intervallo di 2-4 minuti l’aria dell’edificio è completamente cambiata.In questo caso,tutte le finestre e le porte devono essere aperte,cosi da formare una corrente d’aria

3:

Nel caso della ventilazione attraverso le fessure,la finestra è aperta in una certa misura.Le finestre tilt-dump standard si inclinano.Con la ventilazione attraverso le fessure si segue solo un cambio di aria;di conseguenza,il mantenimento della finesta inclinata per tempi troppo lunghi è correlato alla perdita di energia per le stagioni fredde.Per colpa del raffreddamento molto potente del davanzale,il pericolo del deterioramento tramite la condensazione dei vapori,è molto più elevato.